Breve storia dei LED

Breve storia dei LED

Il primo led, ovvero light emitting diode (diodo ad emissione di luce), vide la luce, negli Stati Uniti nel 1962, con la collaborazione della General Electric, nel solo colore rosso.

Nel 1971 grazie allo sviluppo di nuovi materiali semiconduttori, i led vengono prodotti in nuovi colori: verde, arancione e giallo.

Le prestazioni e l’efficacia dei led continuarono a migliorare.

La luce bianca è stata scoperta, negli anni novanta, da fisici giapponesi ed ha richiesto oltre trent’anni di impegno nella ricerca del semiconduttore adatto (cristalli di nitruro di gallio) a liberare la giusta frequenza di fotoni nelle colorazioni luce calda, luce neutra e luce fredda.

Già nel 2006 vengono prodotti i primi diodi foto emittenti da 100 lumen per Watt. Grazie all’alto rendimento energetico è naturale che una tecnologia con simili caratteristiche prenda piede ed entri di forza sul mercato.

Il progresso continua e oggi l’ulteriore sviluppo, in condizioni di laboratorio, vengono già visti led con una gigantesca efficienza luminosa pari a 250 lumen per Watt.

Questa innovazione ha permesso anche la realizzazione di pannelli pubblicitari luminosi o pannelli luminosi per l’arredamento di basso spessore con risultati eccelenti.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *